HOME PAGE    


 
Valle Del Sarca
 



Si declina ogni responsabilita' nell'utilizzo delle informazioni contenute nel sito stesso e nell'ascensione degli itinerari proposti, in quanto l'attivita' alpinistica ed arrampicatoria sono una scelta personale e responsabile. Spetta ad ogni arrampicatore verificare la solidita' degli appigli e delle protezioni presenti oltre alle proprie capacita' tecniche.


 
 
VIE CLASSICHE E MODERNE FALESIE
       
Cà DEL LISCIO CIMA ALLE COSTE COSTE DELL'ANGLONE MANDREA
MONTE BIAINA MONTE BRENTO MONTE CALINO MONTE CASALE
MONTE COLODRI MONTE COLT MONTE PIAN DELA PAIA PARETE DEL LIMARò - PICCOLO DAIN
PARETE DI PADARO PARETE SAN PAOLO PLACCHE ZEBRATE SANTA MASSENZA
       

Cima alle Coste

Chiamata anche "Gran diedro di Dro", questa parete appare veramente come un grande ed immenso diedro. Nasce dall'incontro di due formidabili pareti: la Sud, alta e verticale, friabile e temibile dove corrono alcuni itinerari tra i più estremi della Valle, e la Est, o parete centrale, molto più mansueta e accessibile. La buona qualità della roccia, su questa parete, a reso possibile, in questi ultimi anni, l'apertura di molte vie nuove, addirittura lungo il suo zoccolo basale sono sorte molte vie sportive. Questo zoccolo , chiamato anche "Lo Scudo", data la sua importanza per la quantità di vie che comprende viene considerato un settore a sè stante. La parete Sud, a Est, forma un lungo ed affilato spigolo che termina alla base con un bel pilatro staccato, ben visibile quando ci si avvicina alla parete. E' la Guglia Solidarnosc, e sul versante che guarda la valle sono state tracciate alcune interessanti vie. Lungo il gran diedro, nato dall'incontro delle due grandi pareti, corre una delle più antiche e storiche vie della valle. Era il lontano 1966 quando Hainz Steinkotter e compagni scalarono il lungo diedro. Ora , questa via, ripetuta solo nella sua parte bassa, è ormai dimenticata soprattutto per le sue rocce friabili ed erbose.

ACCESSO PARETE CENTRALE:
Sulla strada forestale per il Lago Bagattoli, parcheggiare poco prima della stanga (meglio ancora lasciare l'auto presso il distributore sulla strada, chiedendo al proprietario). Seguire la strada forestale e al secondo tornante prendere la stradina di sinistra. Dopo un tratto ripido, delle tracce si staccano sulla destra, e per queste, faticosamente, si arriva alla base di un lungo scivolo roccioso. Ora, per delle cenge trasversali superare lo scivolo e raggiungere la base della parete.

DISCESA PARETE CENTRALE:
Attraversare il bosco in direzione ovest, fino ad incontrare un sentiero pianeggiante che si percorre verso sud fino ad un cippi con divisioni forestali. Per una forestale, per 600m verso sud-ovest ad un bivio su un dosso. A sinistra in discesa all'indicazione per Dro del sentiero 425 che riporta in fondovalle.
Via bella ciao       Via mas que nada
Via buon Natale 2008       Via mercurio serpeggiante
Via Casinò Royale         Via oasi di pace
Via del dottore         Via pipistrei
Via della clessidra         Via profondo bush
Via diedro Martini          Via Robin Hood
Via direttissima Giordani-Zanetti         Via sceriffo di Nottingham
Via Dinosauri          Via sesto grado
Via esclusivamente per tutti          Via specchio di Osiride
Via Fra Tac         Via te lo do io il Colorado
Via la bellezza di Venere         Via Tinto Brass
Via la luna argentea         Via transdeamus
Via la luna e i falò         Via Ummagumma
Via Little John            Via Zlinder Weg
Via Mariposa Libre        
       

PARTNER E SPONSOR
Lavori in fune S.n.c.