HOME PAGE    


 
Valle Del Sarca
 



Si declina ogni responsabilita' nell'utilizzo delle informazioni contenute nel sito stesso e nell'ascensione degli itinerari proposti, in quanto l'attivita' alpinistica ed arrampicatoria sono una scelta personale e responsabile. Spetta ad ogni arrampicatore verificare la solidita' degli appigli e delle protezioni presenti oltre alle proprie capacita' tecniche.


 
 
VIE CLASSICHE E MODERNE FALESIE
       
Cà DEL LISCIO CIMA ALLE COSTE COSTE DELL'ANGLONE MANDREA
MONTE BIAINA MONTE BRENTO MONTE CALINO MONTE CASALE
MONTE COLODRI MONTE COLT MONTE PIAN DELA PAIA PARETE DEL LIMARò - PICCOLO DAIN
PARETE DI PADARO PARETE SAN PAOLO PLACCHE ZEBRATE SANTA MASSENZA
       

Monte Colt

E' praticamente una grande falesia con vie a più tiri. Tutte le vie sono fantastiche, molto divertenti e di grande soddisfazione. La roccia è sempre ottima e la chiodatura è abbondante a fix. E' insomma un piccolo paradiso, soprattutto per l'ambiente tranquillo e silenzioso in cui è immerso. Inoltre l'avvicinamento e il ritorno molto comodi fanno di questo settore uno dei più frequentati della valle. Ottimo per le mezze giornate o durante la stagione invernale. Il primo esploratore di queste pareti fu, ancora una volta, Giuliano Stenghel che negli anni '80 aprì alcuni interessanti itinerari. In seguito questa parete venne abbandonata. Poi, con il nuovo concetto dell'arrampicata sportiva venne riscoperto il suo reale potenziale. Il merito di questo va a Giuseppe Mantovani che, con un grande lavoro di chiodatura e pulizia , creò una serie incredibile di piccoli gioielli. Quasi tutti gli attacchi sono segnati con targhette o scritte.

ACCESSO:
Da Arco seguire le indicazioni per Laghel. Dopo un tornante nell'uliveto si giunge ad un bivio con una chiesetta bianca. Continuare dritti per alcuni chilometri fino a un piccolo parcheggio sulla destra con cartelli escursionistici CAI per il Monte Colt. Prendere il sentiero, e giunti sulla dorsale seguire il bivio che scende a destra, verso la Valle del Sarca. Dopo un tratto attrezzato con cordini e scaletta, traversare a destra fin sotto la parete.

DISCESA:
Usciti dalle vie, attraverso il bosco, in breve si raggiunge il sentiero che riporta al parcheggio
Via Afin Que nul ne Muere Jamas       Via lattea
Via al di là del delirio       Via momento di sosta
Via Bibò climbing       Via nemesi  **
Via di Tommy       Via per un evidente destino
Via Grillo  **       Via perla nera  **
Via i riflessi del rosso       Via re Mida  **
Via il destino del leone  **       Via spritz e bugie
Via il lato attivo dell'infinito       
       
**  : FONTE: http://www.samuelemazzolini.altervista.org/index.html    

PARTNER E SPONSOR
Lavori in fune S.n.c.